Xbox Play Anywhere

Qualche tempo fa feci un interessante discussione con un mio amico “sonaro” riguardo al programma Xbox Play Anywhere (XPA) e sulle sue conseguenze. Mentre io ero ne ero contento, lui vedeva questa feature come un autogol di Microsoft ed effettivamente i suoi punti non facevano una piega. Recentemente un utente di una community di cui sono amministratore ha aperto una discussione sul tema che mi ha particolarmente interessato e quindi ho pensato di scrivere due righe sull’argomento.

Cos’è Xbox Play Anywhere?

Xbox Play Anywhere è una feature lanciata da Microsoft da circa un annetto che permette grazie all’avvento di Windows 10 di poter usufruire di un titolo comprato in digitale su store XBOX anche da PC, nella maggior parte dei casi condividendo trofei e salvataggi. Si tratta quindi di cross-platform quasi totale tra PC e XBOX.

La lista dei giochi che ad oggi supportano questa opzione è disponibile a questo link:

https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Xbox_Play_Anywhere_games

e come si può vedere comprende tutti i pezzi da 90 che compongono le esclusive, correnti e future, che caratterizzano la casa di Redmond.

Come avere XBOX sempre con voi

La “figata” di XPA è che potenzialmente si può continuare a giocare al gioco del momento anche quando si è lontani da casa o quando, magari perché la fidanzata vuol vedere il Grande Fratello, la TV non è agibile.

Non siete riusciti a sconfiggere un boss di Gear of War 4 ieri sera e non riuscite a resistere fino al ritorno a casa? Potete allora giocarci in pausa pranzo o tra una lezione e l’altra dal vostro portatile o pc del lavoro.

Questa secondo me è l’idea che sta dietro a XPA…ed è effettivamente  una grande idea! Pensiamo a chi viaggia per lavoro: di certo non può portarsi dietro la console per giocare, ma un portatile di solito lo si ha sempre.

Opzione vincente?

Per quanto penso che XPA sia un’ottima cosa per gli utenti “boxari”, purtroppo penso che  sia una pessima cosa per XBOX in generale.

Il perché, come subito detto dal mio amico, è che così facendo XBOX non ha più esclusive vere. E questo è un dato di fatto. Non a caso dall’ultimo E3 per XBOX si parla solo di “esclusiva per console” e non più di “esclusiva”.

Un altro dato di fatto che governa da sempre il mercato dei videogame è la seguente regola: “le console non le vendono la potenza, le vendono i giochi”.

L’ultima prova di questo assioma è Nintendo Switch: una consola nettamente al di sotto delle altre, venduta ad un costo superiore, ma che ha sbancato (in USA è quasi sempre sold-out ed è previsto essere il top seller per il prossimo Natale). Ed ha venduto quasi ed esclusivamente per Zelda e l’hype per Mario.

Quando sostengo questa tesi spesso sento ribattermi frasi del tipo: “eh ma per giocare su PC si spende un sacco quindi molti comprano solo l’XBOX”, ma in realtà un PC per far girare i giochi della One non è che ad oggi venga a costare così tanto, anzi…leggendo post di pcisti tutti si lamentano che sono anni che non esce più un gioco che possa “tirare” le schede video delle ultime generazioni.

Ma questi pcisti spesso vogliono avere un’alternativa al pc per poter giocare anche in salotto o magari ampliare i giochi a cui possono, se vogliono, giocare. E secondo voi cosa compreranno? Una PS4, che a giochi tipo Uncharted o Horizon Zero Down che si possono giocare solo con essa, o una XBOX, dove possono giocare…agli stessi giochi?

Secondo me la scelta è ovvia…e l’ho vista fare nel mio piccolo già a 4-5 persone.

Il successo di una console lo fanno i numeri e Microsoft sta perdendo nettamente la console war di questa generazione (soprattutto per il marketing, ma questo è un altro tema di cui magari scriverò più avanti). Quando devi recuperare, ogni unità venduta conta e l’unico modo di vendere è creare un qualcosa che puoi avere solo acquistando il tuo prodotto.

Quindi?

Quindi penso che Microsoft debba abbandonare questo progetto o quanto meno limitarlo molto: chi vuole giocare ad una esclusiva deve poterlo fare solo su console, con buona pace di chi usa XPA. Un piccolo sacrificio per un “bene superiore”.

Penso che anche Microsoft l’abbia realizzato tanto è vero che Phil Spencer ha dichiarato in una recente intervista che usciranno ancora esclusive “pure” XBOX.

In ogni caso One X è alle porte e non dovremmo aspettare quindi troppo per vedere se da sola basterà a risollevare le sorti di XBOX senza dover tornare far marcia indietro su XPA.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...